OKEx Bitcoin Mining Pool mostra i segni della vita dopo la caduta precipitosa dell’hashish

Il cambio di Cryptocurrency OKEx sta vedendo leggeri segni di attività dal suo pool minerario dopo aver perso il 99,5% del suo hashrate quest’autunno dopo che lo scambio ha sospeso i prelievi dai conti di trading.

I minatori del pool di bitcoin di BitQT sembrano aver saltato la nave a fine ottobre e a novembre, mentre l’hashish del pool è sceso da oltre 5.000 petahashes al secondo (PH/s) a meno di 20 PH/s solo due settimane dopo che lo scambio ha sospeso i prelievi.

Ora la piscina comincia a mostrare segni di vita.

Anche se ancora significativamente al di sotto dei suoi precedenti livelli di hashish, l’hashish del Pool OKEx è rimbalzato a 198,67 PH/s, con un fattore di 11 dai suoi minimi di novembre di 18 PH/s.

In un’e-mail a CoinDesk, il CEO Jay Hao ha dichiarato che la strategia della sua azienda per il miglioramento graduale e il recupero assicura „una comunicazione regolare e approfondita con i minatori“ per comprendere le loro „esigenze attuali e future“. Grazie a questo, la piscina si sta gradualmente riprendendo, secondo Hao.

Ma la strada verso il pieno recupero è lunga.

Prima di ottobre, il Pool OKEx era uno dei 10 più grandi pool minerari del mondo, estraendo una media di oltre 250 blocchi al mese nel 2020, secondo i dati di BTC.com.

A novembre, il pool ha trovato solo tre blocchi. Finora ha estratto zero blocchi a dicembre.